sorano

Sorano

Sorano, conosciuto anche come “La Matera della Toscana”, è uno dei borghi più affascinanti dell’Area del Tufo, nell’entroterra maremmano.

E’ un piccolo gioiello di arte medievale e rinascimentale, i suoi edifici più antichi, gli stretti vicoli, la cinta muraria, qui tutto racconta un passato antichissimo, fatto di lotte per il potere, dominazioni di potenti famiglie e grandi personaggi.

Passeggiando tra le vie del borgo si avrà come l’impressione di tuffarsi nel passato, come se qui il tempo si fosse in qualche modo fermato, la vita tranquilla della gente del luogo, le botteghe artigiane e gli imponenti monumenti fanno da sfondo ad un borgo veramente imperdibile!

Non potrete perdere la Chiesa di San Niccolò, la cinta muraria, che circonda la Fortezza Orsini, il Palazzo Comitale, che fu la prima residenza degli Aldobrandeschi a Sorano.

Perdetevi tra i vicoli del borgo e dimenticatevi lo stress della vita quotidiana, qui i ritmi sono quelli semplici e tranquilli della Maremma, concedetevi una pausa di relax in uno dei ristorantini tipici ed assaporate gli ottimi piatti della tradizione, accompagnati da straordinari vini del territorio.

Infine, non potrete assolutamente perdere l’occasione di visitare il Museo del Medioevo e del Rinascimento, dentro la Fortezza Orsini.

Un po’ di storia…

Il territorio comunale era già abitato in epoca etrusca, come testimoniano i numerosi ritrovamenti rinvenuti nelle campagne circostanti il borgo, le famose necropoli e le vie cave, una delle testimonianze più preziose della storia etrusca sul territorio.

Le origini del borgo di Sorano risalgono al periodo medievale, nacque infatti come possedimento della famiglia degli Aldobrandeschi. In seguito al matrimonio tra Romano Orsini e Anastasia Aldobrandeschi, il borgo passò ai conti Orsini, già signori della vicina città di Pitigliano. Sotto il governo degli Orsini, la cittadina di Sorano venne fortificata e ben difesa, riuscendo a superare numerosi attacchi da parte dei senesi. Nonostante l’impegno, nel XV secolo Sorano venne comunque conquistata dalla Repubblica di Siena, sotto la quale rimase per oltre un secolo, fino al 1556, anno della sua definitiva annessione al Granducato di Toscana.

Cosa vedere a Sorano

Il borgo di Sorano ospita alcuni affascinanti edifici antichi, testimonianza dal valore inestimabile del passato di questo luogo, la bellissima Fortezza Orsini, l’antico Palazzo Comitale, la Chiesa di San Niccolò, la cinta muraria in ottimo stato di conservazione, ed il Masso Leopoldino.

FORTEZZA ORSINI :

In posizione dominante sul borgo di Sorano, la fortezza venne costruita nel XII secolo dalla famiglia Aldobrandeschi, divenendone la residenza ufficiale a Sorano. In seguito al matrimonio tra l’ultima esponente della famiglia Aldobrandeschi, Anastasia, e Romano Orsini, alla fine del XII secolo la fortezza passò alla famiglia Orsini, è in questo periodo che vengono attuati importanti lavori di restauro e fortificazioni, che resero la fortezza una delle più importanti della contea. Oggi l’edificio si presenta come un imponente complesso architettonico al quale si accede attraverso una porta – originariamente un ponte levatoio – dalla porta si accede all’interno, che è diviso da due cortili, uno più basso e uno più alto. Il nucleo principale è il castello, ne facevano parte la residenza padronale, le cortine murarie e il fossato. Tra gli altri elementi di rilievo, una torre circolare. Oggi il nucleo più antico della fortezza ospita il Museo del Medioevo e del Rinascimento e nei locali della residenza padronale si possono ammirare alcuni affreschi commissionati da Niccolò IV Orsini raffigurante lo spartito della canzone Io mi sono giovinetta, tratta dal Decamerone, IX giornata.

COLLEGIATA DI SAN NICCOLO’ :

Antecedente al 1276, la chiesa venne restaurata ed ampliata nel 1290, per volere della contessa Margherita di Monfort, i lavori vennero commissionati a maestri senesi. Innalzata al ruolo di collegiata nel 1509, la Chiesa di San Niccolò subì ulteriori lavori di restauro nel 1700. Originariamente edificata in stile romanico, la chiesa ha una croce latina irregolare, l’esterno è in stile classico e l’interno è diviso in due navate. Di particolare interesse, tra le opere custodite nella chiesa, un dipinto di Pietro Aldi celebre pittore mancianese del XIX secolo, raffigurante San Giuseppe.

PALAZZO COMITALE :

Conosciuto anche come Palazzo Orsini, questo edificio fu la residenza ufficiale dei Conti Orsini nella città di Sorano tra il XIII e il XIV secolo. Costruito nella seconda metà del 1200 svolse la sua funzione ufficiale fino alla fine del 1400, è in questo periodo infatti che la famiglia si trasferì nell’imponente Fortezza Orsini. Il palazzo venne restaurato nel 1551, per volontà di Niccolò IV Orsini. Al palazzo si accede attraverso un arco in stile rinascimentale che immette in un piccolo cortile interno, l’edificio si eleva su 3 livelli, particolarmente interessante il loggiato, le colonne e lo stemma della famiglia Orsini.

CINTA MURARIA :

Inizialmente costruite dagli Aldobrandeschi nel corso del 1100, le mura di cinta di Sorano sono un’imponente struttura a difesa della fortezza e del  nucleo più antico del borgo. Le mura vennero rimaneggiate e fortificate durante il Rinascimento dei Conti Orsini, mentre i Lorena in epoca granducale, costruirono una delle più imponenti strutture difensive di Sorano, il Masso Leopoldino. Fanno parte della cortina muraria, due antiche porte di accesso, Porta di Sopra ai piedi della Fortezza Orsini, e Porta dei Merli, ai Piedi del Masso Leopoldino.

MASSO LEOPOLDINO :

Collocato nella parte nord-occidentale del borgo di Sorano, il Masso Leopoldino è una delle costruzioni più caratteristiche di questo borgo antico e di tutta l’Area del Tufo. Fa parte della struttura anche una Torre dell’Orologio, inizialmente utilizzata come torre di avvistamento e rifugio in caso di assedio.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI : www.soranonline.com / wikipedia

 

Terme di Sorano

Appena fuori il borgo di Sorano, in direzione di Pitigliano, le Terme di Sorano sono un’oasi di relax e benessere immerse nella natura maremmana. Le terme dispongono di tre Piscine, una èiscina termale, utilizzabile sia in estate che in inverno, una piscina sportiva aperta da Maggio ad Ottobre e il caratteristico Bagno dei Frati, una incantevole vasca risalente al XV secolo e immersa nel bosco, questa vasca veniva utilizzata dai frati che vivevano nella Pieve di Santa Maria dell’Acquila – oggi facente parte del complesso termale  -. Le acque delle Terme di Sorano sono bicarbonato-magnesio-calciche, e sgorgano dalla sorgente naturale ad una temperatura di 37.4°C, sono particolarmente indicate nel trattamento di malattie dermatologiche (psoriasi e dermatiti) ed hanno un incredibile effetto rilassante e rigenerante.

ORARI DI APERTURA E PREZZI DI INGRESSO :

Orario giornaliero invernale (Novembre / Marzo)

dalle 10.00 alle 18.00

Ingresso adulti Euro 15,00
Ragazzi fino a 12 anni Euro 10,00

Orario pomeridiano invernale (Novembre / Marzo)

dalle 14.00 alle 18.00

Ingresso adulti Euro 11,00
Ragazzi fino a 12 anni Euro 7,00

 

MAGGIORI INFORMAZIONI : www.termedisorano.it